Fantastiche novità dalle Edizioni Hypnos

Fantastiche novità per la casa editrice Hypnos che ci ha abituato alla riscoperta dei classici del weird e a quella degli scrittori moderni che fanno propria questa sensibilità.

La strana fede - Richard GavinIl 2019 si preannuncia ricco di novità, a partire dall’ottavo numero della collana Visioni, il romanzo breve La strana fede, del canadese Richard Gavin, una toccante storia di formazione da uno degli autori più interessanti in cui tradizione, fantastico e ricerca filosofica si uniscono mirabilmente, un weird quindi di matrice esoterica, in cui la ricerca della verità e la strada verso “l’Altro”, richiamano autori quali Arthur Machen e Algernon Blackwood, dichiarati prime fonti di ispirazioni dell’autore.

Richard Gavin (1974), canadese, scrive narrativa del mistero nella tradizione di Algernon Blackwood e Arthur Machen. Autore prevalentemente di racconti, ha al suo attivo cinque raccolte, tra cui At Fear’s Altar (Hippocampus Press, 2012) e Sylvan Dread: Tales of Pastoral Darkness (Three Hands Press, 2016), con storie legate al folk horror e alle modalità della ghost story. È anche apprezzato autore di testi esoterici e saggi che esplorano le basi filosofiche del genere horror, tra cui il recente The Moribund Portal: Spectral Resonance and the Numen of the Gallows, Three Hands Press, 2018, mentre nel 2015 è stato tra i curatori dell’antologia narrativa sui temi dell’occultismo Penumbrae: An Occult Fiction Anthology.

Ecco un estratto dai primi capitoli del romanzo:

La mia era una vita nella quale il tedio andava a consacrarsi in rare irruzioni dello sconcertante; intrusioni che erano sempre magnificamente terrificanti. Invece di sfuggirle, queste esperienze me le coltivavo, me ne facevo un culto. Volevo imprimere i miei distorti segni sull’opaca argilla del mondo, e così ho fatto. Il tutto si limitava all’attenzione prestata verso impressioni remote, occasionali scorci dell’Oltremondano, per poi allenarmi a coglierne sempre di più la volta successiva, per tendere una mano a dare il benvenuto all’Altro.

Subito dopo la proclamazione del vincitore della sesta edizione del Premio Hypnos, Fabio Lastrucci, con il racconto I colori sbagliati, che apparirà sul numero primaverile della rivista, ecco per la collana Impronte il bizzarro e originale Cronache dalla Val Lemuria, di Cristiano Demicheli, vincitore appunto della precedente edizione del premio Hypnos.

Cronaca dalla Val Lemuria - Cristiano De Micheli Cronache dalla Val Lemuria è la prima raccolta di racconti di Cristiano Demicheli, autore genovese che già si è distinto con il romanzo Melasia, finalista ai premi Cento e Minerva, e pubblicato nel 2011 da Rizzoli. I racconti sono tutti incentrati su una regione immaginaria, la Val Lemuria, ma le cui radici affondano profondamente nella storia locale italiana.
Dieci storie alla scoperta di un luogo bizzarro, misterioso e fantastico, dove è possibile udire il verso del pappagufo, imbattersi nelle tracce dei misteriosi Cecìni, o essere travolti dalla Birta Odlata. Ma attenzione.. hic sunt lemures: qui ci sono gli spettri!

Ad aprile invece è in arrivo nella collana Biblioteca dell’Immaginario Sub Rosa, il terzo volume dedicato ai racconti del grande scrittore inglese Robert Aickman, definito da Fritz Leiber il meteorologo dell’inconscio.

In weird we trust!

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*