La Redazione Ghost segnala un’antologia di Gertrude Barrows Bennet, pubblicata da Urban Apnea Edizioni nella collana La Bolla.

La sfortunata Gertrude Barrows, oggi considerata uno dei precursori del genere weird, nasce in una famiglia modesta, da bambina sogna di vivere le glorie dell’artista, e dopo gli studi trova impiego come dattilografa. Sposa il giornalista Stewart Bennett ma nel giro di pochi anni prima rimane vedova, poi orfana di padre e infine di madre. Bisognosa di soldi e grande appassionata di quei racconti che legge sulle riviste, un giorno decide di inviare, sotto lo pseudonimo di Francis Stevens, una storia fantasy che, non solo viene pubblicata, ma ottiene anche un grande riscontro dai lettori. Inizia così una lunga serie di pubblicazioni fino a quando un bel giorno di lei si perde ogni traccia e la sua morte rimarrà avvolta nel mistero. La raccolta contiene tre racconti: Il grande ignoto(trad. Chiara Messina), Dietro la tenda (trad. Valentina Accardi), L’isola(trad. Valentina Accardi)

Continua a leggere sul portale:

image_pdfScarica in PDFimage_printStampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *