Ombre di Lapo Ferrarese

Fra i maggiori autori italiani che incarnano il Fantastico puro – la narrazione consacrata alle sfumature del bizzarro, del magico, del malinconico, del terrifico, del meraviglioso – di certo è doveroso indicare, ai massimi livelli, Lapo Ferrarese.
Scrittore di racconti, in primis, e quindi implicitamente in linea col pensiero di Edgar Allan Poe secondo cui è la forma-racconto a rappresentare (in contrasto col romanzo) l’apice dell’arte della narrazione: il racconto, secondo Poe, è intrinsecamente dotato di quella immediatezza temporale che conduce sapientemente e senza dispersione di concentrazione all’esito finale – che sia questo di ordine psicologico, viscerale, o persino metafisico.
Personalmente – e con molta umiltà, sebbene con altrettanta convinzione − aggiungerei che il racconto è meritevole anche e soprattutto per l’opportunità di profondere a piene mani uno spessore stilistico che nel romanzo, tranne le dovute eccezioni, tende a non ‘durare,’ a non reggere, a stemperarsi a favore della quantità (spesso anonima e indifferente) a discapito della qualità. Non è una regola, beninteso, ma una attitudine che, eccezioni a parte, è ben facile da rilevare se si è muniti di onestà intellettuale.
Ed è innanzitutto in questa ottica di ricerca di stile che mi piacerebbe inquadrare la scrittura di Ferrarese.
Distante anni luce dal sensazionalismo e dalle scelte ‘di moda,’ la scrittura dell’Autore è pulita e soppesata, meritevole di plauso per la sua accuratezza, per l’eleganza strutturale che, sebbene mirata a una fruizione moderna, non dimentica il gusto per la forma, per la raffinatezza estetica (desunta probabilmente dal rigore dei classici ma trasfigurata in chiave contemporanea).

Continua a leggere sul portale la recensione a cura di Lorenzo Nicotra:




Sabato 21 Dicembre al THE FACTORY serata stoner rock con i KIOWA!

Sabato 21 dicembre al The Factory avremo una serata dedicata allo Stoner Rock con i Veronesi Kiowa headliner, gli ULTRACOMBO da Vicenza ed in apertura i V Ʌ I L I X I, nuova band stoner rock di Verona!

Apertura porte 21.00
Inizio Live 21.30

INGRESSO IN CASSA 4€ per contributo band con tessera annuale al 

The Factory (3€), ingresso gratuito dopo i concerti! All’interno bar con birre di qualità a prezzi popolari!

Sabato 21 Dicembre 2019The Factory, Via G. Garibaldi 37, 37060 Castel d’Azzano- Verona

Link all’evento

https://www.facebook.com/thefactoryverona/photos/gm.426521738259242/1189528277902616/?type=3




Il sorriso dell’oscura signora di Tiziano Sclavi e Nicola Mari

Il sorriso dell’oscura signora è un Dylan Dog che parla di sedute spiritiche, di fantasmi, di morte, un Dylan Dog che non smentisce il carattere a volte super misterioso del fumetto.

Un politico è abbindolato dalla sua medium e la storia ricorda a tratti Magic in the moonlight di Woody Allen. Molti degli ultimi film del regista sono dedicati a svelare il “falso” che a volte risiede nel “reale”.

Continua a leggere sul portale la recensione a cura di Shock:




Il 21 Dicembre all’ ARCI TOM di MANTOVA ci sarà il FESTIVAL COMICS con i TRICK OR TREAT, altri ospiti e giochi!

Arci Tom vi sorprende con una giornata all’insegna del Festival Comics, con tornei di Magic e Playstation e il concorso Cosplayer, tutti con ricchi premi!
Ma non finisce qui, ci saranno giochi da tavolo e consolle Playstation free, banchetti e naturalmente due concerti a tema assolutamente da non perdere:

Con i loro brani più conosciuti e le sigle cartoon in chiave metal, tornano all’Arci Tom dopo 3 anni i Trick Or Treat di Modena, poi avremo la Chocobo Band con i loro brani della saga di Final Fantasy rivisitati e tanti altri.
Sarà una giornata di grande divertimento, che intendiamo essere la prima di una lunga serie.
A breve pubblicheremo i link agli eventi dei vari tornei con i relativi premi, dove potrete iscrivervi.
Per il concorso Cosplayer le iscrizioni si faranno in loco il giorno dell’evento.

Se volete partecipare al Tom Comics con il vostro banchetto di fumetti, pupazzi, carte, costumi etc. potete scrivere all’ indirizzo email tomcomics@gmail.com.

Questo il programma della giornata:
Ore 15.00 apertura porte
Ore 15.30 inizio tornei e giochi
Ore 21.00 Concerto Chocobo Band;
Ore 22.30 Premiazione giochi e concorsi
Ore 23.00 Concerto Trick Or Treat.

Ingresso sottoscrizione 10 euro.

Per chi parteciperà al torneo di Magic l’ingresso sarà di 15 euro, COMPRENSIVO DELLE CARTE NECESSARIE ALLA PARTECIPAZIONE di recentissima espansione.
Evento riservato ai soci Arci di qualsiasi circolo d’Italia.

Per chi fosse sprovvisto di tessera, è possibile farla in loco il giorno dell’evento al costo di 13 euro.

Sabato 21 dicembre 2019,  Arci Tom , Piazza Tom Benetollo 1 – 46100 Mantova 

Link all’evento:

https://www.facebook.com/events/544439859688217/




Eredità di carne di Luigi Musolino

Conoscevo Luigi Musolino per i suoi straordinari racconti. In particolare mi aveva colpito Nere colline del supplizio, non a caso vincitore del Premio Hypnos e poi inserito nella splendida antologia Uironda. Ora Musolino si cimenta con il romanzo e, sicuramente, si tratta di una scelta ambiziosa. Non tutti gli scrittori italiani horror riescono ad essere convicenti sulla lunga distanza. Personalmente ho apprezzato, in particolare, Il diacono di Andrea G. Colombo e L’estate di Montebuio di Danilo Arona oltre al sempre bravo Nicola Lombardi ma gli esempi non sono così numerosi. Tuttavia avevo grande curiosità di leggere un romanzo di Musolino e dico subito che questo Eredità di carne non mi ha deluso. Si tratta di un ritorno alle atmosfere folk-horror che caratterizzavano libri come Bialere. Storie da Idrasca e Oscure regioni e che sono un po’ il marchio di fabbrica di scrittori piemontesi come il citato Danilo Arona ma anche di Maurizio Cometto e Christian Sartirana.

Continua a leggere la recensione di Cesare Buttaboni sul portale: