Haze and The Pony – Primo EP omonimo per la band di rock alternativo

https://i2.wp.com/www.clubghost.it/portale/wp-content/uploads/2018/04/Cover_ok-1.jpg?resize=250%2C250Il progetto Haze and The Pony nasce nel 2016 dall’unione di Giandomenico Viceconte (ex membro di Settimo Cerchio e L’Ultimo Atto) e da Anselmo Buonamici (Sàrgano) che hanno avuto l’occasione di frequentare lo stesso corso universitario nel 2014. Dopo due anni, grazie alla comune passione per la musica, decidono di mettere insieme le proprie idee al fine di ricercare nuove sonorità, mescolando l’alternative rock con la musica elettronica. Nel 2018 incidono il loro primo EP omonimo uscito il 6 aprile 2018.
Haze and The Pony propone, in gran parte, un sound post rock con tappeti sonori electro ampi e vigorosi. Come non pensare a band post rock come God is an astronaut ascoltando la loro musica. Non mancano riff ruggenti e il cantato è a tratti sussurrato, a tratti urlato. Alcune loro impressioni sonore portano alla mente anche certe sperimentazioni ambient alla Aphex Twin. Inoltre come non avvisare anche la presenza di un certo alternative rock all’italiana nella loro musica, un alternative rock in stampo Verdena, Afterhours o Marlene Kuntz, tanto per capirci.

Haze and The Pony – Primo EP omonimo per la band di rock alternativo

È musica catartica e penetrante quella dei nostri che sanno deliziarti con climax affilati come coltelli come anche con dolci melodie che accarezzano il tuo animo e il tuo cuore (Elapsed Time). Il tutto si fa occasionalmente anche mistico ed evocativo in Iside con afflati sonori di una profondità che sembra mirare a metterci in contatto con l’arcano. Il cantato in Iside diventa tormentato e sofferto, sostenuto da una ritmica tanto potente e da refrain electro sferzanti.
Per le sue sonorità tanto dure e marcate Psiconautica ci risulta tanto interessante, la migliore del disco a nostro modesto parere. Una canzone che è davvero un pugno allo stomaco per il suo essere eccezionalmente penetrante.
Insomma un disco oltremodo stimolante l’ep omonimo di Haze and The Pony, un disco che fonde cose diverse tra loro in modo eccellente, un disco da 80/100 non ci sono dubbi. Tutto funziona perfettamente con questi ragazzi che sanno come trovare il giusto equilibrio fra potenza, melodia e profondità sonora, con una ricercatezza sonora davvero da encomiare.

Contatti:

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*