I racconti di Dagon – Autori vari

I racconti di Dagon - Autori variI racconti di Dagon è un’antologia “lovecraftiana” pubblicata di recente dalla Dagon Press di Pietro Guarriello, curata da questi insieme a Fabio Calabrese, che ha purtroppo un particolare e triste significato in quanto contiene l’ultimo racconto pubblicato da Elvezio Sciallis, scrittore horror italiano scomparso lo scorso 13 maggio. Chi frequenta un minimo l’ambiente della scena fantastica italiana avrà avuto sicuramente modo di sentire il suo nome e farne la conoscenza. Era un personaggio particolare, dotato di un’analisi acuta e di un’ironia caustica. In rete ricordo con piacere il suo blog Malpertuis. Il racconto qui presente, intitolato Dentro la sua carne, è un’originale storia dell’orrore “kafkiana” a sfondo “entomologico” e, a suo modo, rappresenta una sorta di suo testamento spirituale. Ma c’è anche un altro racconto misterioso che caratterizza questa raccolta ovvero Il creatore di mondi di Paolo Poli. Di quest’autore infatti non si ha nessuna notizia ed è un vero peccato in quanto si tratta di una storia in cui è fortissimo l’orrore cosmico teorizzato da H. P. Lovecraft. Probabilmente il testo avrebbe avuto bisogno di un’editing ma anche così riesce ad avere un suo particolare fascino. È un vero e proprio incubo in cui un professore, tramite l’uso di un visore applicato ad un telescopio, giunge a scorgere gli orrori che si celano negli abissi insondati del cosmo. Un altro riuscito omaggio ad HPL è La gente della marea opera del bravissimo Christian Sartirana che ha il merito di ambientare la sua storia in Italia e, più precisamente, in Sardegna nel borgo marino di Bosa. Il finale, con il borgo marino che sprofonda nel mare, è molto potente ed evocativo. Buona anche la prova di Donato Altomare con Di notte, viaggiando, dove, durante una sosta notturna con la macchina in mezzo alla campagna si materializzeranno antiche creature dimenticate. Errico Passaro con Fungi effettua una trasposizione in prosa di Il cortile, una poesia presente in Fungi From Yuggoth, raccolta di H. P. Lovecraft. Si tratta indubbiamente di un filone da sfruttare in futuro. Pierluigi Della Minola con La casa pallida si avvicina invece più al Il crollo della casa Usher di Edgar Allan Poe che a Lovecraft. Francesco Brandoli con La pietra grigia ci porta all’interno di un’immensa e vecchia dimora con la sua vasta e inquietante biblioteca dove viene rinvenuta una pietra, sorta di portale verso altre “dimensioni cosmiche”. Trasporti eccezionali di Luigi Musolino fa parte della sua primissima produzione e non rende giustizia ad un autore fra i migliori nel genere in questo momento in Italia. Renzo Giorgetti è invece più noto per essere autore di alcuni interessanti saggi su Lovecraft ma la sua prova è comunque decorosa. Chiude l’antologia Marco Gordini, già collaboratore della leggendaria rivista La Soglia di Gianluca Casseri, personaggio poi diventato suo malgrado noto per vicende di cronaca nera. Il suo racconto è un po’ naif ma l’ho trovato genuino e visionario. Sembra uscito da un film di Pupi Avati e narra di un’oscura setta dedita a non meglio precisati culti. Il finale, in cui viene evocato Mussolini come incarnazione dell’Anticristo, è apocalittico. I racconti di Dagon è disponibile su Amazon al seguente link: https://www.amazon.it/Racconti-Dagon-16-storie-lovecraftiane/dp/172023079X.

I racconti di Dagon: 16 storie lovecraftiane
Autori vari a cura di Pietro Guarriello e Fabio Calabrese
Editore: Dagon Press
Pag. 259 pagine
Codice ISBN: 9781720230793
Prezzo di copertina € 17,58

                                                            a cura di Cesare Buttaboni

                                                              (caesar1471@gmail.com)

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*