Un ‘antologia di Gertrude Barrows Bennett per il download gratis

Una antologia di Gertrude Barrows Bennet per il download gratisLa Redazione Ghost segnala un’antologia di Gertrude Barrows Bennet, pubblicata da Urban Apnea Edizioni nella collana La Bolla.

La sfortunata Gertrude Barrows, oggi considerata uno dei precursori del genere weird, nasce in una famiglia modesta, da bambina sogna di vivere le glorie dell’artista, e dopo gli studi trova impiego come dattilografa. Sposa il giornalista Stewart Bennett ma nel giro di pochi anni prima rimane vedova, poi orfana di padre e infine di madre. Bisognosa di soldi e grande appassionata di quei racconti che legge sulle riviste, un giorno decide di inviare, sotto lo pseudonimo di Francis Stevens, una storia fantasy che, non solo viene pubblicata, ma ottiene anche un grande riscontro dai lettori. Inizia così una lunga serie di pubblicazioni fino a quando un bel giorno di lei si perde ogni traccia e la sua morte rimarrà avvolta nel mistero. La raccolta contiene tre racconti: Il grande ignoto (trad. Chiara Messina), Dietro la tenda (trad. Valentina Accardi), L’isola (trad. Valentina Accardi)

Il grande Ignoto fonde thriller, horror e fantasy. Il narratore Blaisdell cena con il detective Jenkins in un ristorante italiano vicino a South Street. Jenkins parla del vecchio Holt, implicato in un omicidio per avvelenamento. L’unica ragione per cui Holt è sospettato è che si è circondato di persone superstiziose, che giuravano che vendesse amuleti e veleni. Dopo cena Jenkins vaga da solo in un quartiere che di solito lo affascina con i suoi miseri negozi e la folla che contrasta con il resto della città, ma quella sera qualcosa lo turba. Tutti quegli italiani, ebrei e negri, trasandati e sporcaccioni! Pensare che siano tutti umani, in qualche modo è una idea che non gli piace. Normalmente simpatizza con i poveri, ma adesso percepisce il male, e nel vortice di quelle sensazioni, il male diventa fisico. Un cartello all’improvviso attira la sua attenzione. Proclama: venite a vedere il grande ignoto!

Dietro la tenda è il triste racconto, in pieno stile gotico, di un uomo di nome Santallos che ama le sue antichità egizie più della moglie Beatrice, e del suo migliore amico Ralph Quentin che sta per trasferirsi a Chicago per motivi lavorativi. I due si incontrano per i saluti a casa di Santallos, Beatrice è partita all’improvviso per una crociera con amici e Ralph sembra profondamente deluso. Poi, chiacchierando con cordialità davanti al camino e a un bicchiere di Amontillado, la discussione comincia a prendere toni imprevisti, in un crescendo di angosce e rivelazioni che porterà dritti a un imprevedibile finale.

Il racconto L’isola è ambientato in una società futuristica in cui le donne dominano e gli uomini sono asserviti. Come ciò sia avvenuto non ci viene spiegato, ma il passaggio è completo e irreversibile. A prima vista, sembra un dettaglio inutile, ma lo scopo diventa più chiaro quando la vecchia marinaia racconta un’esperienza legata alla sua giovinezza, quando gli uomini detenevano il potere e la vecchia donna di mare, ancora giovane, era naufragata su un’isola del Pacifico chiamata significativamente “Anita”. In quell’occasione la donna imparò qualcosa d’importante sugli uomini, cioè che uomo può anche essere pieno di virilità, ma questo non significa che una donna debba sacrificare la sua sensibilità per sopportarlo. La lezione viene appresa dalla conoscenza di Nelson Smith, un altro naufrago, il quale, oltre ad Anita, è l’unico personaggio della storia.
L’isola si rivela un’amica generosa da cui la capitana si sente amata e accolta. L’isola che era davvero viva, sapeva comportarsi bene e sapeva vendicarsi quando non era trattata con rispetto e quando Nelson la insulta, l’isola saprà come reagire.

Il volume è scaricabile gratis o acquistabile in cartaceo al prezzo di €8,00 in questo link:
https://www.urbanapneaedizioni.it/prodotto/gertrude-barrows-bennett/

Urban Apnea Edizioni
Via Antigone 123, 90151 Palermo
CF: 97318120827
SITO WEB: www.urbanapneaedizioni.it
FACEBOOK: https://www.facebook.com/emanuele.motisi.7
INSTAGRAM: www.instagram.com/urbanapneaedizioni/

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*