Due tane di ratti di Bram Stoker e H.P. Lovecraft

Due tane di ratti di Bram Stoker e H.P. LovecraftLa Redazione Ghost segnala Due tane di ratti di Bram Stoker e H.P. Lovecraft, pubblicato da Independent Legions Publishing.

Volume contenente i racconti, affini nei temi e nei contenuti, tra ratti, case infestate e presenze soprannaturali: LA CASA DEL GIUDICE (The Judge House, 1891) di Bram Stoker e I SOGNI DELLA CASA STREGATA (The Dreams in the Witch House, 1933) di H.P. Lovecraft.
Illustrazione di copertina: Joe Therasakdhi

GLI AUTORI
ABRAHAM STOKER detto Bram (Clontarf, 8 novembre 1847 – Londra, 20 aprile 1912), è stato uno scrittore irlandese, divenuto celebre come autore di Dracula, uno fra i più conosciuti romanzi gotici del terrore. Stoker studiò storia, letteratura, matematica e fisica al Trinity College di Dublino, dove conseguì, a pieni voti, la laurea in matematica. A 29 anni strinse un’amicizia destinata a durare una vita con l’attore Henry Irving, del quale sarebbe in seguito divenuto anche segretario e confidente. Stoker sposò Florence Balcombe nel 1878 e si trasferì a Londra dove diresse il Lyceum Theatre di Irving. La collaborazione con Irving fu molto importante per lo scrittore: grazie a lui conobbe sia James Abbott McNeill Whistler, sia Arthur Conan Doyle e poté viaggiare per il mondo. Stoker arricchiva i suoi guadagni scrivendo un gran numero di romanzi e racconti sensazionali, tra cui la storia di vampiri intitolata Dracula pubblicata nel 1897. L’ispirazione gli era stata fornita dall’incontro avvenuto nel 1890 con il professore ungherese Ármin Vàmbéry, il quale gli aveva raccontato la leggenda del principe rumeno Vlad Ţepeş Dracul, meglio conosciuto come Dracula. Questo personaggio venne trasfigurato da Stoker nel Conte Dracula, il protagonista del suo racconto. Stoker impiegò sette anni per scrivere il libro studiando la cultura e la religione dei Balcani e documentandosi sulla figura storica di Vlad Tepes. Le versioni prima di giungere alla stesura definitiva dovettero susseguirsi rapidamente e i primi manoscritti circolarono tra la cerchia dei suoi amici tra il 1890 e il 1893 per trarne giudizio e consiglio. Dracula ha ispirato una lunga serie di film e di opere teatrali. Bram Stoker morì il 20 aprile 1912 a Londra e fu sepolto nel cimitero crematorio di Golders Green.
Tra i suoi romanzi: La via del vizio (The Primrose Path, 1875); La catena del destino (The Chain of Destiny, 1875); Il passo del serpente (The Snake’s Pass, 1890), Dracula. L’uomo della notte (Dracula, 1897); Il mistero del mare (The Mystery of the Sea, 1902); Il gioiello delle sette stelle (The Jewel of Seven Stars, 1903). L’uomo (The Man, anche The Gates of Life, 1905); La dama del sudario (The Lady of the Shroud, 1909); La tana del Verme Bianco (The Lair of the White Worm, anche The Garden of Evil, 1911).

HOWARD PHILLIPS LOVECRAFT (Providence, 20 agosto 1890 – Providence, 15 marzo 1937) è stato uno scrittore, poeta, critico letterario e saggista statunitense, riconosciuto tra i maggiori scrittori di letteratura horror insieme ad Edgar Allan Poe e considerato da molti uno dei precursori della fantascienza angloamericana. Le sue opere, una contaminazione tra horror, fantascienza e fantasy, sono state spesso descritte, anche da lui stesso, col termine weird fiction, venendo riconosciute tra le principali origini del moderno genere letterario del new weird.
Autore di numerosi racconti, come Dagon (Dagon, 1917), Il colore venuto dallo spazio (The Colour out of Space, 1927), Il richiamo di Cthulhu (The Call of Cthulhu, 1926) e L’orrore di Dunwich (The Dunwich Horror, 1929), e di novelle e romanzi, tra cui Il caso di Charles Dexter Ward (The case of Charles Dexter Ward, 1927), Le montagne della follia (At the mountains of madness, 1931), e La maschera di Innsmouth (The shadow over Innsmouth, 1931). Lovecraft non venne apprezzato in particolar modo dai critici del suo tempo e non godette mai di buona fama se non dopo la sua morte. Molte delle sue opere sono state fonte di ispirazione per artisti di tutto il mondo, nella letteratura così come nel cinema e nella musica. Dal punto di vista del pensiero nei suoi racconti e saggi coniò la filosofia del cosmicismo, in conseguenza del suo ateismo e delle nuove scoperte scientifiche, e le sue idee in molti campi furono spesso controverse.
Dal 1916, cominciò a prendere forma la sua vasta rete di corrispondenti. Fra i suoi interlocutori: il giovane Forrest J. Ackerman, Robert Bloch (autore di Psycho) e Robert E. Howard (Conan il barbaro). I racconti pubblicati sulla rivista semiprofessionale Home Brew, nello specifico Herbert West, rianimatore (Herbert West, Reanimator, 1921-1922), e La paura in agguato (The Lurking Fear, 1922), lo porteranno all’attenzione di Edwin E. Baird, direttore della rivista professionale Weird Tales, sulla quale nell’ottobre 1923 uscirà Dagon. Nel marzo del 1924 lo scrittore si sposò con Sonia Greene, e la coppia si spostò nel distretto di Brooklyn a New York. La qualità delle sue opere spinse gli editori di Weird Tales a offrirgli il posto da direttore, ma Lovecraft rifiutò perché non voleva trasferirsi a Chicago. Dopo aver iniziato la corrispondenza con lo scrittore Donald Wandrei nel 1925, Lovecraft il 17 aprile 1926 tornò a Providence. È di questo periodo l’avvio di contatti con August Derleth e la stesura dell’importante Il richiamo di Cthulhu e del saggio Supernatural Horror in Literature. Il periodo dopo il ritorno a Providence (gli ultimi undici anni della sua vita) fu il più prolifico dal punto di vista letterario. Durante questi anni scrisse la maggior parte dei suoi racconti oggi più conosciuti e opere più impegnative come Il caso di Charles Dexter Ward, Alle montagne della follia e La maschera di Innsmouth. Inoltre si dedicò alla revisione di opere di altri autori, lavorando anche come ghostwriter. Nel 1935 Weird Tales respinse un altro suo lavoro, L’ombra calata dal tempo (The Shadow Out of Time), spingendo sempre più Lovecraft ad abbandonare i testi interamente opera propria – l’ultimo, sempre del 1935, fu L’abitatore del buio (The Haunter of the Dark) – dedicandosi esclusivamente a revisioni o collaborazioni. Nel 1936 Analog Science Fiction and Fact pubblicò Alle montagne della follia e L’ombra calata dal tempo solamente dietro proposta di Donald Wandrei. Il 10 marzo 1937, dopo un periodo di salute in rapido peggioramento, venne ricoverato al Jane Brown Memorial Hospital di Providence dove gli fu diagnosticato un tumore dell’intestino in fase avanzata. Cinque giorni dopo, Lovecraft si spense a 46 anni a causa delle complicazioni della malattia.

Due tane di ratti
Autori: Bram Stoker e H.P. Lovecraft
Editore: Independent Legions Publishing
Edizione Collection – Tiratura Limitata (199 copie numerate)
Collana: Spectres
Pag: 85
Codice ISBN: 9788831959476
Prezzo di copertina: € 11,90

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*