Il rock grintoso dei Monolite

Il rock grintoso dei MonoliteRock grintoso quello dei Monolite, band alternative rock romana che sembra ispirarsi al miglior alternative rock italiano: Afterhours, Marlene Kuntz e Litfiba tanto per fare qualche nome.
“La stanza” è un pezzone che ti graffia l’anima con le sue distorsioni laceranti. Non mancano anche tratti melodici in questo ep che mira a trasmetterci un sound alquanto crudo: pensiamo al bridge di “Resti di me” o all’esordio di “Tra i miei difetti”. Stupendo sia il bridge che il chorus di quest’ultima, la migliore della serie a nostro giudizio.
Bello l’intro nidificato con basso in “Salvami” che si accompagna poi splendidamente con riff poderosi, cosa che succede in gran parte dell’ep. Tosta “Velo nero”: qui come altrove c’è perfetto equilibrio tra melodia e potenza sonora.
Produzione e songwriting sono senza dubbio superiori all’80/100. Vincenzo Stomaci, lead vocalist tanto carismatico, è uno dei punti forza di questa band accompagnato da una solida ritmica espressa da Alessandro Pellegrini e Gianluca Riccio.
Caratteristica da evidenziare in questo disco è la cupezza e il nero che la band comunica con il suo sound. Il loro è un rock scarno, essenziale, alquanto torbido, un rock “graffiato” per noi anime irrequiete che amiamo vivere ogni minimo istante della nostra esistenza come fosse l’ultimo….
Non inclini a “strafare” i Monolite non tradiscono il loro nome con l’espressione del loro sound scarno ed essenziale: costoro conoscono benissimo le loro potenzialità e i loro limiti e non vanno oltre, scelta che qualcuno potrebbe condannare ma che noi approviamo in pieno. Bisogna avere il coraggio di essere se stessi e non rincorrere i trend…

“Monolite Ep”, disponibile all’ascolto su tutti i digital stores a partire dal 22 maggio grazie al lavoro della Seahorse Recordings.

MonoliteVincenzo Stomaci – Lead Vocals and Guitar backline: Epiphone Les Paul Standard; Marshall JCM800 Combo
Alessandro Pellegrini – Bass
Backline: Fender Jazz Bass American Standard; Testata Markbass Little Mark Tube 800
Gianluca Riccio – Back Vocals and Drums
Backline: Yamaha Power special

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*