Primo singolo per il cantautore Massimiliano Cremona, porta il titolo di Le anime perse, anticipazione dell’album in uscita il 10 Settembre 2021 dal titolo Isolante.

Il brano è caratterizzato da ritmiche tipiche del pop, decisamente grintose e cavalcanti, così come pop appare la struttura, formata da una ripetizione di strofe e ritornelli.

Il tutto viene “sporcato” da fraseggi di sassofono che, alla fine del primo ritornello, trova anche spazio per un bel solo, nel quale il fraseggio è molto elementare, pieno, però, di enfasi e di padronanza musicale.

Tema centrale è quello dello smarrimento che accomuna molte persone, in cerca, forse, di un luogo fatto su misura o di una condizione esistenziale di constante irrequietudine. Così, le “anime perse”, vagano in cerca di tutto ciò, consapevoli del fatto che la ricerca della felicità è qualcosa di estremamente complesso.

Le linee vocali del cantato sono ridotte all’essenziale, puntando all’immediatezza comunicativa ed adattate alla possibilità vocale del cantante, il quale presenta caratteri tipicamente pop, con un controllo constante per la durata di tutto il brano.

La strumentazione utilizzata, oltre il sassofono e la voce, vede la presenza di chitarre elettriche che ribattono gli accordi, fungendo esclusivamente da parte armonica, sorrette da una batteria, anch’essa molto essenziale, che funziona in modo impeccabile con il basso, formando una sezione ritmica molto solida.

Insomma un brano che fa da buon auspicio per la carriera di questo artista, aspettando con ansia l’uscita del suo album, per poter assaporare meglio la sua arte e comprendere la sua identità.

Vi invitiamo, infine, ad ascoltare Le anime perse ed a seguire Massimiliano Cremona su tutti i suoi profili ufficiali.

video di Le anime perse

Web Links:

Sito Ufficiale: http://www.massimilianocremona.com/
Facebook: https://www.facebook.com/massimilianocremonacantautore
Youtube: Massimiliano Cremona – YouTube
Email: massimiliano.cremona@virgilio.it

image_pdfScarica in PDFimage_printStampa

Di Shock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*