Paolo Di Pierdomenico, artista con un certo bagaglio d’esperienza sulle spalle, riaccende i motori di un progetto di musica elettronica che ha visto la luce per la prima nel secolo scorso: era infatti il 1997 quando Demiurgo ha iniziato a muovere i primi passi nel mondo della musica, risultando comunque più presente nella scena indie a partire dall’inizio del nuovo millennio.

Spiral into Darkness, l’ultimo singolo, è un viaggio nell’electro horror. Il brano rievoca nella nostra immaginazione le scene più oscure, ma anche ricche di suspence, dell’horror movie classico. Impossibile resistere all’azione, quasi automatica, del nostro cervello che, durante l’ascolto, riesce a far rivivere, pescando dal nostro archivio mnemonico, passaggi di film di paura, compresi quelli che avevamo dimenticato di aver visto.

Occhi chiusi. Si parte con un intro dalla cadenza malinconica che scivola soventemente in quelle note tipiche della musica dark dei nostri tempi. Suoni di sottofondo accompagnano la melodia scandita dal pianoforte prima di lasciare spazio ai sintetizzatori e, quindi, all’elettronica. Questa fase del brano ci ricorda alcune delle atmosfere più famose dei Muse. La parte seguente sembra trasportarci in qualcosa che assomiglia al circo degli orrori dandoci l’impressione di scorgere mostruosi clown che ci osservano da dietro le tende sbiadite dal tempo. Un breve momento d’apprensione sospende la visita al misterioso spettacolo ambulante per poi riprendere con lo stesso mood fino ad arrivare ad una fase di apertura musicale, atta a farci riprendere fiato per vivere il minuto finale del pezzo che riesce ad erigersi quale degna conclusione di un’avventura che ci sembra lunghissima pur durando “solo” 6’25’’.

Nel rispetto del nome che il progetto porta, dovremmo dire che Demiurgo non compone ma genera un pezzo che è in grado di trascinarci nell’oscurità dei nostri ricordi più bui con la magistrale capacità di concederci un prodotto da ascoltare nuovo, pur garantendo un ponte di tenebrosa connessione con le storiche colonne sonore del cinema horror dello scorso millennio che tutti necessariamente dobbiamo conoscere. L’elettronica, molto più presente che nei nostri riferimenti, è comunque sapientemente dosata e non invade l’anima dell’opera.

Suggeriamo di effettuarne l’ascolto con delle cuffie di buona fattura perché altrimenti rischiate di non riuscire ad esplorare le più esterne tonalità sonore di questo misterioso percorso. Il brano è accompagnato da un video disponibile su Youtube sul canale dell’artista.

video di Spiral into Darkness

Di Demiurgo abbiamo recensito l’album Holograhphic Ghost Stories. (Link)

Links per lo streaming di Spiral into Darkness:

Spotify: https://open.spotify.com/track/1HOtqyIy7hd8ERmrOrufhD

Bandcamp: https://demiurgoproject.bandcamp.com/track/spiral-into-darkness

Youtube: https://www.youtube.com/watch?v=UtAir5etKhE

Apple music: https://music.apple.com/it/album/spiral-into-darkness-single/1590014626

Soundcloud: https://soundcloud.com/demiurgoproject/spiral-into-darkness

Altre piattaforme: https://li.sten.to/spiral

image_pdfScarica in PDFimage_printStampa

Di Shock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*