Confused memories è il nuovo singolo di Marco Germani

Una traccia strumentale della durata di 4 minuti quella di Marco Germani nella quale è racchiuso tutto lo spirito e l’influenza del rock, in special modo quella della corrente progressiva.

Protagonista indiscussa del brano è la chitarra che si lascia andare in virtuosismi tipici della scena musicale degli anni ’80 e ’90, vedi Steve Vai o Joe Satriani.

Non c’è alcuna forma di distacco dai canoni di quella scena, tanto da riproporla in ugual maniera, con il tipico sound riconducibile ad un’epoca ben delimitata e con la classica attitudine nel voler mostrare il virtuosismo dei musicisti che la suonano, in particolare modo nella scelta dei continui soli di chitarra, spesso suonati in velocità e muovendosi tra le diverse scale.

Sicuramente destinatari di questo brano sono tutti coloro che amano il genere e che amano ascoltare un tipo di concezione musicale differente, spostata dalla concezione dell’arte che vuole emozionare l’ascoltatore, a quella che si interessa alla valorizzazione della sola capacità virtuosa del musicista o della scrittura.

Il brano è molto distante dalle logiche di mercato attuale ed anche dalla sperimentazione attuale nel mondo della musica.

La volontà è sicuramente molto lontana da quella di voler sperimentare. Ci si è affidati a schemi già costruiti e consolidati, senza alcun apporto proprio alla costruzione o elaborazione di nuovi linguaggi. Per questo e per altro il linguaggio masticato in questo brano risulta poco decifrabile dalle masse e più vicino alle nicchie.

Chiudiamo facendo gli auguri a Marco Germani per questo nuovo singolo. Vi invitiamo ad ascoltare il brano per potervi fare una vostra idea.

Link Apple Music: https://music.apple.com/us/album/confused-memories/1633365225?i=1633365616

Link streaming Spotify: https://open.spotify.com/album/1BlxjT3pTHOXmmp4mIr5yH

Web links:

https://www.facebook.com/germani1

https://www.marcogermani.com/

https://www.instagram.com/mr._germani/