Nosferatu di Paolo D’Onofrio

Paolo D’Onofrio esordisce come fumettista, con questa riproduzione grafica del famoso film di Friedrich Wilhelm MurnauNosferatu il vampirodel 1922.
Capolavoro del cinema espressionista tedesco e precursore di quello horror, il film era in realtà tratto dal romanzo di Bram StokerDracula. Murnau e i suoi produttori, pur trasferendo la vicenda dall’Inghilterra alla Germania e cambiando i nomi dei personaggi, dovettero  affrontare una lunga causa, con gli eredi dello scrittore irlandese, al termine della quale fu ordinata la distruzione di tutte le copie esistenti del film. Se ne salvò una sola nascosta dallo stesso Murnau ed è quella che, ormai scaduto ogni diritto d’autore, circola in dvd e blu-ray. La storia della produzione del film, viene raccontata nell’introduzione al volume di Ornella Balsamo, insieme ad una convincente analisi simbolica del film e del clima in cui fu prodotto: la Repubblica di Weimar. il Nazismo incombente, i suoi riflessi nell’immaginario collettivo. Dal primo film autorizzato Dracula (1931) di Tod Browning (il regista di Freakscon Bela Lugosi a A Girl Walks Home Alone at Night di Ana Lily Amirpour The Transfiguration di Michael O’Shea. Passando per la vecchia serie tv fine anni ‘70di Tobe Hooper da Salem’s Lot da Stephen King, interpretata daDavid Soul  (Hutchquello di Starsky),  poi proposta anche nelle sale cinematografiche. Fino al remake Nosferatu: Phantom der Nacht di Werner Herzog del 1978 con Isabelle Adjani, Klaus Kinsky, Bruno Ganz.L’originalità dell’opera di Paolo d’Onofrio sta nel non adattare il film al fumetto, ma nel disegnarlo così come era.

Continua a leggere sul portale la recensione a firma di Gianni Solazzo:

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *