Hits: 185

Roger Corman non c’è più. Il geniale regista statunitense è morto nella sua casa di Santa Monica, in California. Aveva 98 anni. Il gigante del cinema indipendente si era fatto conoscere soprattutto per una serie di film horror a basso costo come La piccola bottega degli orrori e vari adattamenti molto liberi dai racconti di Edgar Allan Poe, con protagonista Vincent Price. Tra questi ricordiamo Ligeia, I vivi e i morti, Il pozzo e il pendolo e La maschera della morte rossa. Ma in realtà non c’era genere che non l’avesse visto impegnato. Ricordiamo ad esempio il gangster movie Il massacro del giorno di San Valentino, il film di guerra Il barone rosso, la fantascienza de Il vampiro del pianeta rosso e L’uomo dagli occhi a raggi X, il genere “delinquenza giovanile” con I selvaggi e il western La pantera del west. Impossibile elencarli tutti. Infatti Roger Corman ha diretto 56 film, oltre ad averne prodotti 491 e interpretati 45.

Tra i suoi film più famosi c’è anche Il serpente di fuoco con protagonista Peter Fonda nel ruolo di un uomo impegnato in un’odissea onirica e allucinata che ha appena fatto uso per la prima volta di Lsd. Molte polemiche generò il film e Corman ne fu entusiasta, in quanto riconosceva, uno dei primi, il potere della pubblicità negativa.

Nel 1964 è stato il primo produttore-regista americano a essere premiato dalla Cinematheque Francaise di Parigi con una retrospettiva dei suoi film.

Nel 1970 aveva fondato la sua casa di produzione e distribuzione New World Pictures sostituita nel 1983 dalla società di produzione New Horizons Pictures e da quella di distribuzione Concorde

In veste di produttore ha lanciato registi come Francis Ford Coppola, Martin Scorsese, formatisi entrambi alla sua Factory. Ma anche Peter Bogdanovich, Paul Bartel, Monte Hellmann, Jack Hill, John Sayles, James Cameron, Joe Dante, Jonathan Demme, Jack Nicholson, Robert De Niro, Ellen Burstyn hanno iniziato sotto la sua egida.

Particolarità di Roger Corman era la velocità con cui realizzava dei piccoli gioielli del cinema di genere: sei, sette l’anno. In particolare i suoi adattamenti da Edgar Allan Poe l’hanno fatto diventare un vero regista di culto. Avvalendosi di abili sceneggiatori come Richard Matheson, Charles Beaumont e Robert Towne e di attori come Vincent Price e Peter Lorre, ha realizzato un corpus cinematografico caratterizzato da senso onirico della messinscena, fantasia barocca, orchestrazione del ritmo, abilità nel mescolare effetti orrorifici e note grottesche. Tutti gli appassionati di cinema di genere sentiranno sicuramente la sua mancanza.

Roger Corman

Tutti i diritti riservati ⓒ per immagini e testi.

image_pdfScarica in PDFimage_printStampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *