Hits: 266

Nel labirinto delle ombre letterarie, emerge un raggio di luce dalla Dagon Press di Pietro Guarriello, con la pubblicazione del primo volume dei racconti weird di Marjorie Bowen, curato con maestria da Bernardo Cicchetti. Un’opera ambiziosa e senza precedenti nel panorama editoriale italiano, che offre ai lettori l’opportunità di immergersi nelle profondità oscure e affascinanti della mente di una delle autrici più raffinate nel campo del mistero e del soprannaturale. L’Amante di Ann Mellor e altre storie spettrali apre le porte a un mondo sospeso tra il reale e l’incognita, guidando il lettore attraverso venti racconti intrisi di mistero, terrore e suggestione. Bernardo Cicchetti, esperto conoscitore dell’opera della Bowen, traccia un percorso cronologico che permette di cogliere l’evoluzione della sua scrittura e delle sue tematiche, dalla fine del XIX secolo agli anni ’20 del XX secolo. Tra le pagine di questo volume, si incontrano personaggi enigmatici e luoghi maledetti, dove il confine tra ciò che è reale e ciò che è immaginato si dissolve in una nebbia di suspense e tensione. Marjorie Bowen si rivela una maestra nel creare atmosfere cupe e inquietanti, tessendo intricate trame che mescolano il soprannaturale con profonde introspezioni psicologiche. I racconti contenuti in questo volume sono autentiche gemme rare, alcune delle quali quasi dimenticate negli annali della letteratura. Il Pittore di Insegne e i Pesci di Cristallo, definito da Richard Dalby come uno dei migliori racconti della letteratura inglese, rappresenta solo uno dei numerosi gioielli presenti in questa raccolta. La Bowen affronta con maestria temi universali come il rimorso, la colpa e la follia, trasformando le sue storie in veri e propri viaggi nell’oscurità dell’animo umano. La qualità tipografica del volume, stampato in tiratura limitata e arricchito da immagini d’epoca opportunamente rielaborate, conferisce un tocco di eleganza e raffinatezza alla lettura. Il concept della copertina, curato dal talentuoso grafico Dario Cogliati, cattura perfettamente l’essenza spettrale e suggestiva delle storie contenute nel libro. In conclusione, L’Amante di Ann Mellor e altre storie spettrali è un’opera destinata ai cultori del genere e ai collezionisti più esigenti, un tesoro letterario da custodire gelosamente nelle proprie librerie. Il costo, seppur non trascurabile, è ampiamente giustificato dalla rarità e dall’eccezionalità di questa edizione speciale. Un omaggio sentito a una delle figure più affascinanti e sottovalutate della letteratura del mistero del secolo scorso, Marjorie Bowen, che continua a incantare e terrorizzare i lettori anche a distanza di decenni dalla sua scomparsa. Se desiderate esplorare le tenebre e le meraviglie contenute in questo volume, vi consiglio di contattare direttamente lo studio Lovecraft all’indirizzo studilovecraft@yahoo.it. Ma affrettati, perché questa preziosa raccolta sarà disponibile solo fino a esaurimento delle copie stampate. Un’opportunità da non lasciarsi sfuggire per tutti gli amanti del mistero e del soprannaturale. Marjorie Bowen, con la sua vita tormentata e la sua scrittura visionaria, rimarrà per sempre un faro nell’oscurità della letteratura, un’anima errante che continua a vagare tra le pagine dei suoi racconti, in cerca di nuovi lettori disposti a seguirne il coraggioso viaggio nell’ignoto.

L’AUTRICE

Marjorie Bowen (1885-1952) era lo pseudonimo di Gabrielle Margaret Vere Campbell Long, una scrittrice britannica ricordata oggi soprattutto per i suoi romanzi storici e le storie di fantasmi; ma il suo lavoro complessivo comprende una grande varietà di generi, che vanno dal romanzo rosa al giallo, dalle biografie alle storie popolari per ragazzi. Nel corso della sua prolifica carriera scrisse oltre 150 volumi, la maggior parte dei quali sotto lo pseudonimo di “Marjorie Bowen”. Ma pubblicò anche con i nomi di Joseph Shearing, George R. Preedy, John Winch, Robert Paye e Margaret Campbell. Figura rispettata nel panorama letterario del suo tempo, tra le sue opere più famose si annoverano The Viper of Milan (1906), e Black Magic (1909), tradotti anche in italiano.   Quale autrice dalla vita problematica e spesso tormentata, la Bowen riversò nella scrittura le sue angosce esistenziali. Le sue trame sono quindi caratterizzate da profonde introspezioni psicologiche, e le sue storie esplorano spesso temi universali come il rimorso, la colpa, la perdita e la follia Si sposò due volte: la prima con un siciliano di nome Zefferino Emilio Constanza, che prima di morire di tubercolosi le diede due figli, e poi con Arthur L. Long, dal quale ebbe altri due figli. Dopo una prolifica carriera letteraria, si spense il 23 dicembre 1952 al St. Charles Hospital di North Kensington, Londra, dopo aver subito una grave commozione cerebrale a causa di una caduta. Aveva 67 anni.

L’Amante di Ann Mellor e altre storie spettrali – Volume 1

Autrice: Marjorie Bowen

Pag. 368

Prezzo: 27 €

Acquistabile esclusivamente ordinandolo a studilovecraft@yahoo.it

L'Amante di Ann Mellor e altre storie spettrali - Volume 1 di Marjorie Bowen
Marjorie Bowen

Tutti i diritti riservati ⓒ per immagini e testi.

image_pdfScarica in PDFimage_printStampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *