Hanno invaso la Svizzera di Massimo Bernardi

Hanno invaso la Svizzera di Massimo BernardiHanno invaso la Svizzera di Massimo Bernardi è una raccolta di racconti con una sua struttura ben definita.
L’autore ha scelto la brevità, il non sense, l’assurdo, il surrealismo, l’onirismo e la sperimentazione. Inutile elencare titoli di racconti o peggio ancora scervellarsi nel raccontare trame inesistenti.
Iniziamo subito con una esilarante introduzione firmata da Dino Buzzati, invocato forse con una seduta spiritica.
Hanno invaso la Svizzera è composto da due parti intitolate The bright side of the moon e The dark side of the moon.
Ognuna di queste due parti è suddivisa in varie sezioni, ognuna con il suo tema ricorrente.
La prima sezione, Sogni d’oro, è composta da sogni (reali o inventati) messi su carta
Sogni di bambini, di adolescenti o di adulti.
Sono schegge narrative. Veloci come pezzi punk di un minuto. Allucinanti come brani psichedelici.
La psichedelia punk letteraria di Massimo Bernardi è divertente In questi racconti troviamo di tutto. Da Dylan Dog al pagliaccio di It, da una festa scolastica al lavoro in ufficio. Da Vincent Van Gogh ai mattoncini Lego. Da Carmen Consoli a Madonna, da Christo l’artista a Cristo il messia. E chi più ne ha più ne metta.
Tutto miscelato insieme come nei sogni che per essere “reali”, per esistere non hanno bisogno di logica interna. Si impongono grazie alla forza della loro visionarietà. Solo quando ti svegli ti accorgi che non avevano senso. Ma mentre sognavi tutto sembrava normale, logico e razionale. Così sono i racconti di questa prima parte di Hanno invaso la Svizzera. Il lettore stia attento. Deve tuffarsi nel mare dell’inconscio. Liberarsi degli orpelli della logica e delle sovrastrutture della razionalità. Con la prospettiva di vivere una dimensione onirica da cui ci risveglia come da un sogno. Con la testa un po’ confusa forse ma con un sorriso di soddisfazione. Quella di essersi liberati (per qualche minuto o per qualche ora a seconda se si scelga di leggere qualche racconto alla volta o la raccolta tutta di un fiato) dall’oppressione della realtà e della logica.
Grazie a quello sciamano ubriaco che altri non è se Massimo Bernardi.
Le influenze letterarie si possono rintracciare, volendo, in un Franz Kafka in acido, un Tommaso Landolfi ubriaco e un Dino Buzzati convertito all’assenzio.
Le due sezioni successive, Scherzi del caso e Come sparire completamente sono più normali. Restiamo sempre nel regno del fantastico e i numi tutelari restano quelli già elencati, ma stavolta non sono in condizioni mentali alterate. I racconti sono divertenti e oltre alle influenze letterarie si avverte un’atmosfera da serie televisiva: Ai confini della realtà e X-Files.
A questo punto inizia il bello. Per modo di dire. Incomincia la seconda parte: The dark side of the moon.
Qui siamo alla sperimentazione pura e alla brevità portata all’estremo. Tre sezioni intitolate Con il favore della notte, Parole nello spazio e Il dolce domani.
È una sperimentazione ostica, difficile, per chi scrive, da comprendere. Impossibile da descrivere. Confesso di aver chiuso il libro e di non aver finito di leggere, venendo così meno ai miei doveri di recensore. Ma proprio non ce l’ho fatta.
Forse sarebbe stato meglio se il libro si componesse solo della prima parte, ma magari è solo un limite del sottoscritto.
In conclusione Hanno invaso la Svizzera è un libro che consiglio a quei lettori coraggiosi che vogliono involarsi nelle fantasie più sfrenate e magari hanno una maggiore tolleranza e predisposizione alla sperimentazione letteraria del sottoscritto.

Massimo BernardiL’AUTORE
Massimo Bernardi (Modena, 1970) ha pubblicato quattro libri di narrativa: Onjrica (2001), Letteratura per caso (2012), Appuntamento alla fortezza (2013) e Mandala (2016). Alcuni suoi racconti sono usciti su riviste e antologie. Ha collaborato per alcuni anni con il circolo culturale Laboratorio di poesia di Modena in qualità di redattore e autore di testi per la rivista di poesia Steve. È autore di sceneggiature originali per cortometraggi e lungometraggi (tra le quali Il regalo più bello, menzione speciale al Busto Arsizio Film Festival 2004).

Hanno invaso la Svizzera
Autore: Massimo Bernardi
Editore: Edizioni Ensemble
Codice ISBN: 978886883574
Prezzo di copertina: € 15,00

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*