Anni luce – Primo album per L’enciclopedia dei limiti

Anni luce - Primo album per L'enciclopedia dei limitiL’Enciclopedia dei Limiti con “Anni Luce” ci porta un disco lirico, intimo

Alessio Falsone, in arte L’Enciclopedia dei Limiti, con “Anni Luce” ci porta un disco lirico, intimo, un disco nel quale le parole rivestono grandissima importanza. Le canzoni di “Anni Luce” sono come foglie che cadono dagli alberi in un paesaggio onirico stupendo nel quale far fluttuare la nostra mente.
Chitarra e voce per portarci in un universo sonoro non pretenzioso ma tanto sognante. Alessio Falsone ci insegna che per fare musica basta anche l’essenzialità degli strumenti. Poi, però, urge la presenza delle “storie da raccontare” …e in questo, senza dubbio, Alessio è un maestro, un narratore infallibile…L’Enciclopedia dei Limiti offre una sorta di enciclopedia di ricordi e sensazioni da scoprire piano piano come quando apriamo e ri-sfogliamo un vecchio libro che abbiamo sempre amato.
Composizione ed esecuzione sono molto buone come pure la scelta di alcuni suoni che portano tanta magia alla musica di L’Enciclopedia dei Limiti. Fraseggi ed arpeggi di chitarra eleganti, raffinati sono la cifra essenziale in questo album dove spicca tanto anche il cantato leggero, delicato di Alessio Falsone. La musica di questo artista è per serate al crepuscolo fuori ad un bar o per momenti di rilassatezza nei quali far volare la propria mente e la propria anima.
Mentre tanti artisti si dirigono verso il flusso veicolato dalle masse, mentre tanti artisti propongono ciò che al momento piace, mentre gli altri fanno tutto questo Alessio Falsone fa parlare il suo cuore e il suo cervello regalandoci momenti di rara preziosità. È grazie a tali momenti che possiamo capire che non sempre dobbiamo adeguarci alla super-velocità dell’odierna società. Ogni tanto bisogna anche fermarsi e respirare quell’attimo infinito che può conquistare con la sua verità.
Allora fermiamo il tempo, catturiamo l’istante e godiamoci la musica di Alessio Falsone, musica capace di illuminarci, di aprirci innumerevoli strade che in fondo non conosciamo ancora…

TRACKLIST

1. Non morirò mai
2. La nebbia che si scioglie
3. L’essenza dell’aria
4.Tu non sai di noi
5. L’eleganza dell’amaro
6. All’ombra di marzo
7. Un’altra lunga notte
8. Il vento nel tempo
9. In ogni cosa
10. Padova

Alessio FalsoneBIOGRAFIA
“L’enciclopedia dei limiti” è il nome del progetto acustico di Alessio Falsone. Fin da piccolo Alessio manifesta una particolare inclinazione per la musica che sboccia concretamente all’età di 8 anni quando riceve in regalo la sua prima chitarra, una classica José Caldera dono del padre. I primi passi all’interno della scena musicale sono datati 1998 quando, insieme ad ‘amici di dischi’, fonda gli Injustice, una delle prime storiche band hc di Palermo. Nel 2001 vede così la luce il loro primo lavoro, l’EP “Positive Lifestyle” (DIY). Archiviato il progetto Injustice prende vita nel 2002 il percorso con i Keep the Faith, storica band emo-core di Palermo di cui Alessio è voce e basso oltre che fondatore. Con i Keep the Faith gira in furgone
l’Italia in tour che da Palermo toccano la Svizzera nel 2006. Incide quindi due dischi ricevendo un ottimo riscontro da parte di pubblico e addetti ai lavori. Il primo disco dei Keep the Faith è “See your tears”, prodotto dalla storica casa discografica biellese Vacation House Records/SoulCraft Recordings, il secondo è “Not a wall but a bridge” licenziato dalla genovese Panc Records. Questo secondo lavoro consacra la band a livello nazionale tanto da attrare l’interesse del team FIAT che seleziona i Keep the Faith inserendoli nel Fiat Freestyle Team in compagnia di membri dei Sepultura, Vanilla Sky e Forty Winks e scegliendo il singolo “Not a wall but a bridge” (title track del secondo album) come colonna sonora per lo spot della “Panda Cross”. Nello stesso periodo i Keep the Faith sono oggetto di approfondimenti e interviste curate da radio e riviste nazionali specializzate. Vengono così inseriti in “The Uncool Bible of Rock’n’Roll”, compilation nazionale realizzata dalla rivista “Punkster” e in “Brainhard Heartpunk vol.2”, compilation internazionale licenziata da Indelirium Records. Chiusa l’avventura Keep the Faith, Alessio fonda i Life like a butterfly con cui incide “Paint your colour”,
EP DIY di 7 brani. Poco dopo nascerà il progetto solista “L’enciclopedia dei limiti”.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*