Una batteria elettronica ed un basso. Lontani dalla mia idea di rock, ma tuttavia questo connubio electro-rock non mi dispiace. Sento delle influenze evidenti dei Depeche Mode, anche se il sound è molto più scuro e la voce mi ricorda in alcuni momenti addirittura Neil Tennant dei Pet Shop Boys e Alex Uhlmann dei Planet Funk.

Quiet Emotion non è un brano sicuramente di facile ascolto e merita attenzione. Ci sono molte caratteristiche per catalogarlo come New Wave, anche se definirlo solo con questo genere sarebbe riduttivo e dannoso. Ci sento dentro tanto noise e punk, anche se, non certo nel senso stretto del termine.

Il sound del basso è ipnotico ed il ritornello abbastanza accattivante, anche se mi sono immaginato ad un certo punto un’orchestrazione alla Dimmu Borgir, che secondo me avrebbe reso il brano epico.

Il brano è sicuramente rivolto ad un pubblico non italiano e questo credo che lo confermi anche la scelta della lingua inglese.

Il video del duo QUIETFLOW è molto carino e l’ambientazione suggestiva.

Come già detto il brano ha bisogno di un ascolto attento e minimalista. Le melodie ipnotiche piano piano ti si insinuano nelle vene e ti fanno dimenticare per un attimo tutte quelle hit “latino-americane” che stanno per inquinare con la loro “spazzatura” le nostre incolpevoli orecchie.

video di Quiet Emotion

image_pdfScarica in PDFimage_printStampa

Di Shock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*