Pandemonium: Neo Decameron di autori vari

Pandemonium: Neo Decameron di autori variIn questi tempi di pandemia da Corona Virus fioccano le antologie ispirate in qualche modo al Decameron di Boccaccio. In precedenza era stata la volta di Sguardi sul’ignoto (il cui sottotitolo era Decamerone del mistero). Qui invece l’omaggio allo scrittore italiano è ancora più esplicito: il sottotitolo Neo-Decameron vuole essere un tributo (come ci spiega il curatore dell’antologia Cristiano Saccoccia nell’introduzione in cui ci ricorda come il termine Pandemonio sia un neologismo “inventato da John Milton per il suo Paradiso Perduto”) al capolavoro di Boccaccio. Il Decameron narra di un gruppo di giovani che per dieci giorni si trattengono fuori da Firenze per sfuggire alla peste nera che in quel periodo imperversava nella città, e che a turno si raccontano delle novelle di varie tematiche. E devo dire che lo spirito con cui i dieci scrittori presenti si sono cimentati nella scrittura alla fine coglie nel segno. I nomi presenti d’altra parte sono di tutto rispetto e rappresentano una buona fetta di quanto di meglio può offrire oggi il fantastico italiano. A cominciare dal primo racconto (a mio avviso forse il migliore della raccolta) De Civitate Dei che esce dalla penna di Francesco Corigliano, uno scrittore di tutto rispetto (vincitore anche del prestigioso Premio Hypnos). Si tratta di una storia davvero ben scritta (già avevo avuto modo di apprezzare il suo stile) dove il protagonista giunge nella città di Santa Canopia vittima di una singolare epidemia di peste. Il morbo attechisce nella pietra e contamina e deforma gli edifici e le persone che finiscono per fondersi in un tripudio di forme bizzarre: è il trionfo del “grottesco” di cui parlava Mark Fisher in The Weird And The Eerie. Il successivo De Vulgari Eloquentia di Riccardo Mardegan è invece molto divertente e narra di come la cittadina veneta di Camponagara sia vittima di un anatema del vescovo Marco Cornero che proibisce alla popolazione la bestemmia (molto diffusa da quelle parti). Fino all’ultimo cristo appeso del torinese Maurizio Ferrero è molto potente e apocalittico: in pratica assistiamo alla Via Crucis di un delinquente la cui personalità è stata infestata da un demone. Devo dire che Ferrero riesce ad essere dissacrante in maniera molto forte. Solo un silenzio di cenere di Antonio Lanzetta è una storia che discosta dalle atmosfere storiche, erotiche, burlesche e parareligiose di Pandemonium. Siamo di fronte ad un racconto di fantascienza apocalittica ambientato a Salerno (il tema è sempre quello della peste) in un futuro distopico in cui la lettura dei libri è stata proibita a seguito di una maledizione di tal Pietro Barliario. Antinferno di Caleb Battiago (pseudonimo di Alessandro Manzetti, vincitore due volte del premio Bram Stoker) è breve ma efficace nel suo delineare uno scenario infernale da incubo “dantesco”. Probabilmente sono le due autrici qui presenti ovvero Mala Spina e Laura Silvestri a essersi più avvicinate all’atmosfera del Decameron in Quasi cavaliere e Di corna e altre cause perse in virtù di un linguaggio dialettale e un di erotismo genuino e godereccio che ben si sposano al tema portante di Pandemonium. Non andiamo a far altro se non a combatter di F.T. Hoffmann ci presenta un racconto “storico” ambientando la vicenda in Friuli: lo stile secco e sferzante mi ha ricordato l’Alan Altieri della trilogia di Magdeburg. Il pugliese Domenico Mortellaro con I miracoli hanno strade curiose per pigliarti alle spalle gioca sul registro sperimentale e cupo attraverso il punto di vista di un miracolato. Chiude il noto e bravo Paolo Di Orazio con Non desiderare le robbe della napoelatana. Si’, proprio lei, quella là in cui l’autore ci immerge nei deliri onirici di un appestato che ha fantasie morbose e sessuali con la madre confermando il suo interesse per tematiche forti senza compromessi. Come bonus possiamo godere di una postfazione di Luca Mazza e Jack Sensolini. Disponibile in versione cartacea e in ebook su Amazon.

Pandemonium: Neo Decameron
Autori vari
Editore: Lethal Books
Prezzo di copertina: Edizione cartacea € 13,99; ebook € 4,99

A cura di Cesare Buttaboni
(caesar1471@gmail.com)

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*