Alter Ego – L’esordio in EP di Tom Dilein

Alter Ego - L'esordio in EP di Tom Dilein“Fato” offre uno spoken al quale si contrappongono sonorità dark ambient su un beat tanto profondo. Con “Altrove” si continua in sonorità tanto aliene, sci-fi, sonorità sempre tanto ambient e cinematografiche, sonorità che potrebbero finire tranquillamente come colonna sonora del film di fantascienza “Blade runner 2049” o di altre cose del genere.
Si continua con “Lost” dove il sound sembra trasmettere precarietà esistenziale, un sound profondo, cavernoso, un sound che strizza l’occhio al trip hop di qualcosa alla Massive Attack. “Dolo” presenta un altro spoken su fraseggi di chitarra dolci e altre effusioni sonore tanto atmosferiche. Ancora spoken in “L’altro” che si caratterizza per suoni ossessivi, reiterati e per un beat davvero marziale. Una sorta di allucinazione sonora non c’è dubbio. Il tutto finisce con “Specchio”, il migliore della serie a mio giudizio, un pezzo inesorabile che scava nella nostra anima con le sue sonorità ferrose/industrial. I refrain hanno la funzione di tema conduttore e focalizzano l’attenzione dell’ascoltatore e lo trasportano per tutto il pezzo, refrain che sono vere e proprie spirali sonore distorte che denotano un uso sapiente dell’effettistica. Quindi, anche qui, sonorità tanto sci-fi, tanto futuristiche.
La musica di Tom Dilein è viaggio interiore, è musica per chi ama lasciar andare il proprio cervello, la propria immaginazione verso lidi sconosciuti, versi mondi onirici inesplorati, anche terribilmente spaventosi, mondi alieni oscuri all’insegna dello sci-fi o le tenebre sonore più ignote. Dal lato tecnico la produzione sonora, il mix e il mastering sono eccellenti. “Alter Ego Ep” è come un lampo violento ed implacabile che non puoi fermare, puoi solo farti travolgere da esso…..Con i suoi diciotto minuti intensi non lascia scampo, va solo ascoltato e riascoltato per cogliere ogni suono, ogni melodia, ogni rumore, ogni fascinazione che Tom Dilein ci propone…

TRACKLIST:
1      Fato
2      Altrove
3      Lost
4      Dolo
5      L’Altro
6      Specchio

CREDITS EP
– Autore e compositore: Tom Dilein;
– Registrato presso Sonoria Spazio Giovani e Musica (Fi) da Bruno Scantamburlo e Tom Dilein;
– Produzione batterie elettroniche Lorenzo Lamperi;
– Chitarra Elettrica e Acustica Tom Dilein;
– Sound Design Tom Dilein e Lorenzo Lamperi;
– Mix e Master Bruno Scantamburlo;
–  Ringraziamento speciale a Lory Lo Sapio, Antonio Guarna, Daniela Baldi, Giovanni Lanzetta e Matteo Mannocci.
·        © BetaProduzioni. marchio di proprietà di MArteLabel s.r.l.

Tom DileinBIOGRAFIA
Tom Dilein è nato a Firenze il 12 giugno del 1993 ed è cresciuto nei surreali boschi dell’alta Versilia.
Nel 2010, all’età di 17 anni, a seguito di un forte contraccolpo emotivo scaturito da un grave incidente, affronta un periodo di assoluta solitudine rifugiandosi proprio tra i suoi boschi prima di far ritorno in una città, Firenze, in cui non si riconoscerà più fino in fondo.
Stordito dall’esperienza, cerca di esorcizzare i propri demoni attraverso la scrittura e le composizioni strumentali, approcciandosi all’uso sperimentale della chitarra.
Nel 2015 fonda una band grunge strumentale, gli “Esena”, con cui produce un Demo Ep disponibile su You tube.
Dopo aver intrapreso gli studi nel campo dell’acustica, dal 2016 inizia a lavorare come tecnico del suono al Sonoria “Spazio Giovani e Musica” di Firenze. Qui incontra alcune storiche personalità del panorama musicale fiorentino come Daniele Tarchiani (Anhima), Sergio Salaorni, Leo Martera e Giuseppe Scarpato (già chitarrista di Edoardo Bennato).
Inizia inoltre una profonda collaborazione con Bruno Scantamburlo (chitarrista, fonico, produttore e arrangiatore italo/brasiliano) già al lavoro con diversi artisti della scena nazionale ed internazionale (Toquinho, MPB4, Irene Grandi, Narciso Parigi, Stefano Bollani, Ghali, Finaz, Leo Martera).
Insieme a Bruno, Tom cura la produzione e la direzione artistica di giovani band ed artisti fiorentini.
La composizione musicale dai temi onirici e fluttuanti e la ricerca sonora tramite l’uso sperimentale di chitarra elettrica ed effettistica, si affianca in maniera sempre più decisa alla produzione di immagini psichedeliche create tramite l’elaborazione digitale di fotografie.
Nel 2018 la sua vita cambia radicalmente quando si avvicina alla cultura sciamanica, intraprendendo un percorso di risanamento spirituale che lo aiuterà a trovare finalmente un equilibrio psico-fisico e gli permetterà di tramutare in arte i suoi malesseri emotivi.
Inizia così uno sfaccettato percorso artistico che spazia dalla musica all’arte visiva.
Nello stesso anno si esibisce come musicista in una performance per l’inaugurazione della mostra RED presso la Galleria del Palazzo Lungarno Guicciardini della pittrice fiorentina Rita Pedullà.
Nel 2019, parteciperà ad una lunga serie di mostre in collaborazione con la galleria ArtexPertise di Firenze a cura di Marina Volpi. E ‘attualmente è in collaborazione con l’associazione culturale “Intrecciarte” di Pietrasanta e con la resident artist Sandra Landi.
Il 2019 è anche l’anno di produzione del suo primo EP da solista, “Alter ego”, nato con il supporto di Bruno Scantamburlo che ne cura tutte le fasi di produzione. La pubblicazione dell’Ep è successivamente affidata all’etichetta discografica Beta Produzioni di Roma che renderà il disco disponibile all’ascolto a partire dal 18 dicembre 2020.

www.tomdilein.com

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*