New Years Day

New Years Day – Unbreakable è l’ulteriore conferma del talento di questa band Anaheim, California. È il luogo da dove provengono i New Years Day, band gothic metal/alternative metal con lead vocalist Ash Costello, una delle voci più rappresentative dell’odierna scena metal. Costoro oramai sono super affermati e li possiamo accostare a fianco di band come Stichted up heart, Lacuna Coil e In this Moment, band female fronted che tutte assieme rappresentano il meglio della scena gothic metal/alternative metal ossia quel metal che tende di più verso il melodic metal e non verso quello estremo.

Veniamo a noi: qui parliamo del loro ultimo album, ossia Unbreakable, del 2019. Questo album è ulteriore conferma del talento e della figaggine di questa band californiana. Vediamo perché…

Costoro innanzitutto riescono a fondere insieme potenza sonora e melodia in modo elegiaco. Mentre scriviamo queste parole stiamo ascoltando uno dei singoli dell’album presente su Youtube con un video ossia Come for me. I riff pesanti come macigni si affiancano a melodie più vellutate fornite sia dal cantato di Ash che dalla musica. Ash si destreggia anche in una sorta di rap-metal sbalorditivo in questa canzone e le pause nelle quali ascoltiamo quasi solo il suo cantato rimaniamo come stupefatti. Non mancano degli scream e altri riff che ci stendono al muro. Che produzione sonora, che master, roba così di solito arriva solo dalla California, oramai lo abbiamo capito.

Un altro singolo da paura è Missunderstood con il suo esordio tanto morbido e synth pop. Perché questa band sa anche sperimentare come fanno tutte le band cazzute. Poi la canzone mostra la solita potenza sonora della band e Ash sempre tanto carismatica col suo cantato. Tanta elettronica in questo pezzo che contribuisce a ingigantire il sound della band. I passaggi alternative metal sono prodigiosi e fanno pensare a qualcosa degli Slipknot. Stupendo il bridge verso fine canzone.

Skeletons parte con piano e atmosfere gothic che spesso sono presenti in questa band. Poi ancora cannonate sonore con intermezzo/cantato di Ash morbido che ti accarezza. Il chorus qui è stupefacente. La canzone esplode e ti butta giù dal burrone insieme a quei refrain sempre tanto cazzuti con un sound design che sembra essere stato concepito per scatenare un terremoto.

Altro brano da citare è My monsters, anche qui con passaggio synth pop che sfuma piano nel solito gothic/alternative metal della band. Anche qui un chorus prodigioso a violentare le nostre orecchie. Come sono belli gli effetti nelle parti più gothic. La ritmica solida/robusta è come un architrave sul quale si innalza Ash come una sorta di Goddess del metal contemporaneo. Come non citare pure Shut up, altra perla dell’album. Tanto poppeggiante che subito impariamo le parole. Songwriting semplice e di impatto, congegnato per meglio scatenare il sound della band. E come non citare pure la tanto mentale Poltergeist: il suo esordio è da fiaba horror con piano e tappeti sonori electro. Break my body ha un beat scalpitante come pure il cantato di Ash. Ritmica e cantato procedono come due auto in corsa a velocità pazzesca. Tanto dinamismo in questa canzone. Per me questa band è seconda solo ai Lacuna Coil per il loro genere di riferimento. Per i Lacuna Coil, poi, provo un sentimento atavico e loro sono i Goth fathers….

New Years DayIl resto dell’album, quindi, lo lasciamo al vostro ascolto perché sicuri del fatto che se siete amanti del gothic metal non potete non apprezzare questa band che a me provoca una sorta di arrapamento, musicalmente parlando. Voi altri provate a fare come loro sia dal punto di vista stilistico, tecnico, compositivo che come appeal che ai New Years Day di certo non manca, anzi, ne posseggono a quintali…

image_pdfScarica in PDFimage_printStampa

Di Shock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*